giovedì 17 agosto 2017

Guardo te... rivedo me...

Guardo te e rivedo me...le scale per arrivare alla tua porta sembrano non finire mai, sforzo e tensione si sono unite lasciandomi in un bagno di sudore.
 Sei al tavolo,  girata di spalle, anche se non abbiamo mai avuto  grandi rapporti ti ho subito riconosciuta.
 Forse il grande amore  per il nostro lavoro, l'essere sempre perennemente dinamiche ed attive ci rendeva simili...ma ora ciò che ci unisce è un destino crudele che si è accanito contro di noi. Ho deciso di venire a farti visita per provare a trasmetterti un po' di fiducia, speranza, voglia di lottare per poter riconquistare la tua vita che adesso stai odiando. 
Hai ascoltato la mia storia, mi hai posto domande, ti sei subito resa conto che come potevo comprendere io il tuo stato d'animo nessun'altro avrebbe potuto farlo...Infatti conosco bene l'odiosa sedia a rotelle, l'irrequietezza, lo sconforto,il dolore, la rabbia e le lacrime nel non poter essere autonoma ma dover dipendere in tutto e per tutto da altri. 
Ti confesso che nonostante sia passato del tempo la mia vita non è  certo tutta rose e fiori, ma ho i miei alti e bassi, come è normale che sia dopo che la vita è cambiata all'improvviso  radicalmente, ma nel mio vocabolario ho cancellato la parola "arrendersi" e sottolineato la parola " lottare".
Tra un pianto e l'altro ascoltandomi ti rianimi, forse la determinazione nel cercare di darti conforto, con  le  parole che escono dalla mia bocca , ma anche dal mio cuore irrefrenabili, perché vissute sulla mia pelle, forse... stanno andando a segno.
Quella che oggi ho cercato di trasmetterti è la forza che anch'io ogni giorno cerco in me, non la dobbiamo mai abbandonare, anche se sarebbe molto più semplice lasciarsi andare e smettere di lottare, ma questo significherebbe rinunciare alla vita e noi non lo vogliamo fare!!! Vero cara amica di sventura?

mercoledì 16 agosto 2017

Sbriciolona alla crema di ricotta pere e gocce di cioccolato

La torta sbriciolona in altra versione... ho provato diverse farciture in questi anni, ma con qualsiasi ripieno è sempre favolosa
  A chi piacciono gli amaretti potete trovare una ricetta con la sbriciolona cliccando qui Torta di ricotta e amaretti 
La ricetta per la frolla è sempre uguale, si può variare il ripieno aggiungendo diversi ingredienti alla crema di ricotta, come i pinoli ma anche frutta.

Pasta fredda ai datterini, cipolle di Tropea e tonno

Con queste giornate parecchio calde si ama mangiare piatti freschi, insalate di riso, cous cous, paste fredde... una delle tante che viene apprezzata perchè semplice ma gustosa è questa...
Pasta fredda ai datterini, cipolle di Tropea e tonno

Metterò solo gli ingredienti che ho usato senza la quantità,  che ognuno potrà dosare a piacere...
Dopo aver cotto la pasta e freddata per bloccare la cottura ho preparato il condimento con...
Ingredienti: pomodorini datterini, cipolle di Tropea, tonno in scatola, capperi, basilico, olio, sale 
Ci sarebbe  stata bene anche la mozzarella che io purtroppo non avevo in casa. 
Ho quindi condito il tutto con dell'ottimo olio extravergine d'oliva.
e tenuta la preparazione in frigo fino al momento di servirla.

lunedì 14 agosto 2017

Pici salsiccia e cipolla di Tropea

I primi piatti,. sia con il caldo che con il freddo,vanno sempre per la maggiore e nella mia famiglia pasta e pane non mancano mai.


Pici al ragù di salsiccia e cipolle di Tropea
Ingredienti

Pici
3  salsicce grosse
1 cucchiaino di semi di finocchio
olio extravergine d'oliva
4 cipolle di Tropea
2 cucchiai concentrato di pomodoro
210 gr di salsa di pomodoro
sale

Questa volta sono riuscita a fare le foto passo passo del procedimento.
Ho tritato le cipolle di Tropea,le ho condite con olio extravergine d'oliva mettendole in un contenitore di vetro che ho chiuso con il suo coperchio. 
Ho messo a cuocere le cipolle nel forno a microonde  alla massima temperatura per 6 minuti. Chi non ha il microonde può cuocere la cipolla in una padella coperta, a fuoco basso, scoprendola verso fine cottura per far evaporare l'acqua.
 Ho messo  a scaldare un po' di olio extravergine di oliva in una padella aggiungendo poi un cucchiaino di semi di finocchio


Ho sbriciolato la salsiccia in padella, lasciandola rosolare molto bene...
 Ho usato un cucchiai di concentrato di pomodoro...
 che ho diluito con del vino bianco
Ho aggiunto le cipolle cotte...
e mescolato
Ho versato il concentrato e la salsa di pomodoro
e lasciato cuocere ancora dolcemente
Quando i pici sono arrivati a cottura, li ho versati direttamente in padella, senza scolarli troppo
facendoli amalgamare bene con il sugo aggiungendo anche un po' di parmigiano grattugiato
 Impiattato, spolverizzando ancora un po' di formaggio...
Saporiti, profumati, deliziosi!

sabato 12 agosto 2017

Teresa e l'arte del ricamo

Premetto subito e ci tengo a precisare che questi lavori non li ho fatti io, mi sono stati regalati da una carissima amica  Teresa Paperi, maestra nell'arte del ricamo.
Ho deciso di pubblicarli, come ho fatto con altri doni ricevuti, perché fanno parte della mia vita, ed hanno per me un valore inestimabile.


   
Si può notare la perfezione nei particolari del lavoro...

  
Oltre che per la bravura, Teresa si distingue per il suo gran cuore...

GRAZIE TERESA!


venerdì 11 agosto 2017

Dolce di albicocche

L'idea per questo dolce l'ho trovata girovagando in rete, amando la frutta, mi ha subito attratta.

Ingredienti

600 gr. albicocche
100 gr. zucchero semolato + q.b.
90 gr. burro fuso
180 gr. farina 00
1 limone la scorza grattugiata e il succo
1/2 bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale
zucchero a velo q.b. 

Procedimento: Sbattere le uova con lo zucchero semolato, aggiungere il burro fuso, la scorza grattugiata  del limone, la farina setacciata, il succo del limone, il lievito per dolci, il pizzico di sale e mescolare per amalgamare bene il tutto.
Imburrare ed infarinare una tortiera di 26 cm di diametro, versare il composto ottenuto livellandolo bene, disporre sopra le albicocche lavate e divise a metà.
Spolverizzare il tutto con zucchero semolato, cuocere in forno preriscaldato a 170°C per circa 30/35 minuti.


Sfornare, lasciare raffreddare e cospargere con zucchero a velo.


Frittata di zucchine al forno arrotolata e farcita

Un secondo piatto fresco e leggero indicato in questi giorni in cui il caldo si è fatto veramente sentire...
Questa frittata l'ho cotta in forno, ma di solito le cuocio in maniera classica, in padella e vario molto spesso le farciture.

Ingredienti

500 gr zucchine
5 uova
50 gr parmigiano grattugiato
1 cucchiaio di farina o maizena
200 gr Philadelphia
100 gr bresaola
sale e pepe q.b.

Lavare e grattugiare le zucchine, strizzarle per togliere l'eventuale liquido che hanno rilasciato, metterle in una ciotola, dove in precedenza sono state sbattute le uova. 
Aggiungere il parmigiano grattugiato, la farina, sale e pepe, amalgamare bene il tutto.
Rivestire una teglia con carta forno bagnata e strizzata, versarvi il composto ottenuto.
Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 25/30 minuti. Quando la frittata sarà cotta, toglierla dal forno, lasciarla sfumare un po' quindi arrotolarla nel foglio carta forno e lasciarla raffreddare.
Quando si è raffreddata, srotolarla, spalmarla con il Philadelphia e...
farcirla con le fette di bresaola.
Arrotolare la frittata, avvolgendola stretta con alluminio o pellicola per alimenti e porre il rotolo in frigo per farlo rassodare.
Le fette di questa frittata farcita si possono servire sia come antipasto che come secondo piatto accompagnato eventualmente da un'insalata di pomodori.

giovedì 10 agosto 2017

Melanzane farcite di riso


 In questo periodo zucchine,  melanzane,  pomodori, si trovano spesso sulla mia tavola, e li utilizzo in varie preparazioni.
Dopo aver preparato melanzane ripiene di pasta, che hanno avuto successo questa volta ho utilizzato del riso per preparare un primo piatto,  che noi però abbiamo considerato come piatto unico, vista l'abbondanza e la varietà degli ingredienti.

Ingredienti

1 melanzana
150 gr. riso
1 spicchio d'aglio
olio extravergine d'oliva
basilico
salsa di pomodoro fresca
1 mozzarella
parmigiano grattugiato
peperoncino e sale q.b.


Procedimento: Lavare e tagliare la melanzana a metà, aiutandosi con uno scavino togliere la polpa e tenerla da parte.
Ungere i gusci con dell'olio  e mettere in forno preriscaldato a 180°C per 35/40 minuti.
In un padella versare un po' di olio, uno spicchio d'aglio, un po' di peperoncino, lasciare rosolare quindi aggiungere la polpa ricavata dalla melanzana tagliata a cubetti e saltarli fino a doratura.
Versare quindi in padella, la polpa di pomodoro fresca, preparata in precedenza (con cipolla, pomodori, basilico) e lasciare amalgamare bene il tutto per qualche minuto.
Al sugo ottenuto unire il riso che sarà già stato lessato al dente, aggiungere il parmigiano grattugiato... 
...e la mozzarella, tagliata a dadini...
Farcire i gusci della melanzana  con il riso, spolverizzare con parmigiano grattugiato ed infornare il tutto a 180°C per 25 minuti circa.

Note: Si potrebbe sostituire il riso con della pasta, usando il solito condimento, oppure variare la mozzarella con scamorza o provola,  ottime in abbinamento con la melanzana

Crostini gorgonzola noci e miele

Per chi piace il gorgonzola uno stuzzichino salato semplice e veloce...

Ingredienti: pane, gorgonzola, noci, miele

Grigliare il pane, adagiarvi sopra del gorgonzola, aggiungere un gheriglio di noce, e terminare con un filo di miele.



mercoledì 9 agosto 2017

Pennette al pesto di rucola

Non l'avevo ancora mai fatto, ma non potevo non provare il pesto alla rucola, che alla fine ho scoperto che mi attira molto di più che non quello alla genovese. 
Ottimo per condire la pasta,  per fare crostini... logicamente deve piacere il sapore particolare della rucola, che non tutti apprezzano.

Ingredienti

200 gr rucola
100 gr mandorle pelate
60 gr parmigiano 
60 gr pecorino
1 spicchio di aglio 
300 ml olio extravergine di oliva

Mettere in un mixer tutti gli ingredienti, frullare a tutta velocità, aggiungendo l'olio, un po' alla volta, fino ad ottenere  una crema omogenea.

In frigo coperto si conserva per qualche giorno, ma io ho preferito congelarlo in piccole porzioni, per poterlo usare all'occorrenza, come faccio in genere con il pesto alla genovese.



Zucchine ripiene al forno

Oggi zucchine nostrane ripiene al forno. In questo periodo approfitto per preparare piatti con verdure di stagione che posso trovare direttamente alla produzione.

Ingredienti:

6 zucchine
250 gr. ricotta
2 scatolette di tonno 
5 alici
1 cipolla piccola
8 gr. capperi
20 gr. pinoli
2 uova 
50 gr. parmigiano reggiano
60 gr. pangrattato
olio extravergine d'oliva sale e pepe

Procedimento

Lavare e lessare le zucchine intere in acqua bollente salata per circa 10 minuti.
Scolarle e passarle in acqua ghiacciata per raffreddarle e far  mantenere loro il colore, scavare quindi la polpa.
Mettere in una padella con un po' d'olio, la cipolla tritata finemente, le alici, soffriggere leggermente, aggiungere poi la polpa delle zucchine e lasciare cuocere per qualche minuto.
In un mixer tritare il tonno sgocciolato, capperi, pinoli, polpa delle zucchine, parmigiano grattugiato; aggiungere poi le uova, la ricotta,il pangrattato, aggiustare di sale e pepe ed amalgamare bene il tutto.
Farcire le zucchine con il composto ottenuto e disporle in una teglia  oliata, spolverizzarle con il pangrattato.
Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 25/30 minuti,



er

martedì 8 agosto 2017

Linguine all'nduja

Avendo dell'ottima 'nduja, impossibile non fare oltre i crostini, anche un primo piatto, anche se molto semplice, perché questo caldo che non dà tregua non invita certo a cucinare.

Ingredienti: 


Linguine o bavette
olio extravergine d'oliva
aglio
'nduja
parmigiano grattugiato o caciocavallo


Mettere a cuocere la pasta in abbondante acqua bollente salata, poco prima che questa giunga a cottura mettere in una padella uno spicchio d'aglio schiacciato a rosolare in un po' d'olio, aggiungere l'nduja e farla sciogliere. 
Saltare la pasta nel condimento, se necessario aggiungendo un po' d'acqua di cottura. 
Spolverizzare con formaggio, io ho usato del caciocavallo che mi era stato regalato




Crostini 'nduja e philadelphia

La Calabria in tavola... grazie a mio figlio che di ritorno dal suo viaggio mi ha portato alcuni degli ottimi prodotti Calabresi, tra cui l'nduja, i peperoncini, le favolose cipolle di Tropea, origano, liquori di liquirizia e bergamotto.
Con l'nduja ho provato a fare questi crostini con il philadelphia, idea  trovata in rete.
Sono di una semplicità unica, ma molto buoni.
Per prima cosa ho abbrustolito il pane, chi non vuole accendere il forno  può grigliarlo in  padella sul fornello.
Ho quindi mescolato  l'nduja con il phildelphia, spalmando il composto sul pane, e decorandoli con un cucchiaino al centro della stessa nduja.

  





Un'ottima ricetta per dei Crostoni con le cipolle di Tropea invece la potete trovare cliccando  QUI